I Palmenti di Albano, semplici vasche o altari sacrificali?

I Palmenti di Albano, un misterioso luogo nel quale si trovano degli strani lavatoi in pietra.

Questi ultimi, secondo il Prof. Mario Scelzi, sarebbero degli altari sacrificali e non delle semplici vasche utilizzate per pigiare l’uva o il vino come sono soliti affermare gli anziani del posto. Scelzi nel suo "Albano di Lucania. Storia e cultura popolare", pubblicato nel 1986, ritiene che alcune di queste vasche fossero effettivamente utilizzate per scopi di carattere agricolo, ma sembrerebbe non essere un caso il fatto che questi "palmenti" si trovino lungo un tortuoso sentiero di montagna che nella stessa Albano conduce ad un altro luogo misterioso.

Stiamo parlando della "Sedia del Diavolo", una sorta di panca scavata in un monolito che ha le fattezze di un demone. Probabilmente questo luogo, al quale si può accedere solo attraverso una stradina che costeggia il fiume Basento, aveva la funzione di accogliere gli officianti ai rituali astrali che venivano praticati in questa zona. Non è da escludere l’ipotesi che queste vasche, in taluni casi collegate fra di loro, potessero servire a far defluire l’acqua che utilizzavano i partecipanti alle cerimonie per le abluzioni di purificazione che precedevano lo stesso rituale.

Abbiamo visitato il luogo e siamo concordi nell’ammettere che questi posti sono ammantati di una strana aura. Ciononostante, siamo d’accordo con quanti sostengono che la demoniaca fama della sedia e dei palmenti sia frutto di un processo di cristianizzazione dell’area. Di fatto è possibile che i neofiti cristiani vedessero quel luogo come un rinvio ad un passato dominato dal paganesimo.
Dunque, per evitare che il posto venisse frequentato ancora dai nuovi adepti alla fede cristiana, iniziarono a costruire storie demoniache su questo luogo tanto affascinante quanto misterioso.

 


Clicca qui per acquistare il libro

Mappa prossimi eventi in Basilicata

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza degli utenti. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.