Matera 2019

Quando:
1 Gennaio 2019@00:00–31 Dicembre 2019@23:45
2019-01-01T00:00:00+01:00
2019-12-31T23:45:00+01:00
Dove:
Matera
Cinque le tematiche sulle quali si basa il programma di Matera 2019: “Radici e percorsi”, “Continuità e rotture”, “Futuro remoto”, “Utopie e distopie”, “Riflessioni e connessioni”. 48 settimane di programmazione, 4 grandi Mostre tematiche, 800 operatori e artisti provenienti da tutto il mondo, oltre 50 produzioni culturali originali.
LE QUATTRO MOSTRE DI MATERA 2019
  1. Ars Excavandi. Matera, Museo Archeologico Nazionale, dal 20 gennaio al 31 luglio 2019. 
    Il tema è quello delle civiltà rupestri: la mostra viene definita “la prima indagine sull’arte e le pratiche di scavo che danno luogo ad architetture, civiltà e paesaggi rupestri attraverso i secoli”. Per capire come si viveva e si vive tra le rocce, non sono a Matera ma nel mondo. A cura dell’architetto e urbanista Pietro Laureano.
  2. Rinascimento visto da Sud. Matera, Museo Nazionale d’Arte Medievale e Moderna della Basilicata Palazzo Lanfranchi, dal 18 aprile al 19 agosto 2019. Una grande mostra per rileggere il Rinascimento guardandolo da Sud: 180 opere racconteranno le rotte mediterranee della cultura, delle arti e degli artisti a Matera, in Basilicata e nel Meridione. Obiettivo: comprendere meglio il dialogo e gli scambi tra le diverse sponde di quel Grande Mare che, nei secoli, ha messo in contatto le civiltà e i popoli. A cura di Marta Ragozzino, Direttrice del Polo Museale della Basilicata, e altri.
  3. La poetica dei numeri primi. Musei archeologici di Metaponto e Policoro, Antiquarium Tavole Palatine di Metaponto, dal 21 giugno al 31 ottobre 2019. Si parte da Pitagora. Per poi arrivare a Copernico, Keplero, Leibniz, Newton. E capire che tutto – dal nostro modo di pensare alla nostra relazione col mondo – è fortemente legato al modo di contare, pesare e misurare. Il matematico Piergiorgio Oddifreddi ha pensato a percorsi (storici, didattici, artistici), conferenze, laboratori, spettacoli matematici, show di magia.
  4. Blind Sensorium | Il paradosso dell’Antropocene. Matera, ex scuola media A. Volta, dal 6 settembre 2019 al 6 gennaio 2020. Il tema è “la nuova era geologica definita dalle azioni dell’uomo”. Attraverso proiezioni, fotografie, documenti, interviste, analisi territoriali e ricerca sul campo, condotto anche a Matera ed in Basilicata, si racconta la storia del cambiamento climatico e le sue cause. Progetto del fotografo e film-maker tedesco Armin Linke.

>> Visualizza il programma completo